www.anatrieste.it

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Warning
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

Alpin de Trieste Luglio 2017

E-mail Stampa PDF

E' online il numero di Luglio de l'Alpin de Trieste

copertina luglio17

Passano gli anni e con loro gli eroi .... questo mese la copertina è dedicata ad un Eroe di guerra della nostra Sezione che ha depositato lo zaino a terra.... il Reduce di mille battaglie ( tra cui El Alamein) Arrigo Curiel

Da pag. 2 Enrico Bradaschi ci parla del Sacrario di Oslavia, vorrei portare la vostra attenzione al messaggio scritto su un pezzo di carta dalle pronipoti di un caduto ... emozionante e commovente .

I "Calci del mulo" questo mese ci parlano di immigrazione, di perdono ai carnefici, di regole  e, ancora una volta, di Adunata, ma il lato peggiore, quello che nulla ha a che fare con noi Alpini e con i nostri ideali ma che purtroppo chi non ci conosce accomuna a noi ... servono soluzioni drastiche...e servono subito, a partire da Trento !

Da pag 8 le recensioni di ben 3 libri ... "Terra Rossa" di Marino Varini, "7 Rubli per il Capitano" di Guido Maurilio Turla e "Oggi tocca a ..." di Sergio Bottinelli  (Giobott) .

Il nostro Corpo venne fondato nel 1872 da Perrucchetti ma ... ne siete proprio sicuri ?? Il dubbio ce lo pone il nostro Maestro Paolo Candotti che, durante un escursione in Austria ha ritrovato una pietra tombale che sembra dica il contrario ... ci parla di un "soldato della prima coorte montana" di circa 2000 anni fa ... quello che con terminologia moderna chiameremmo " Primo Battaglione Alpini" ( si, è un pò "tirata" come traduzione , ma lasciateci sognare ) morto, bontà sua, nel corso del 25° anno di servizio (!) di ferma minima per gli ausiliari ... ( in pratica un ... VFP25)

Dopo il "com'era...com'è " a pag. 18 le "lettere al Direttore" con una lettera del Gen. Sequenzia sul "Giorno del Ricordo".

Numero "stellato" questo, infatti da pag.19 il Generale Gabriele Nasci ci apre il suo album fotografico relativo al battaglione Feltre nella Grande Guerra .

 Chiudiamo il numero di Luglio con il ricordo doveroso a Arrigo Curiel ... proprio vero ... non timancavano che le guerre puniche caro Arrigo ... credo che stavolta a mettersi sull'attenti davanti a te sarà il Gen. Cantore stesso quando ti presenterai al suo cospetto .
Ciao Arrigo ....

 

Il numero di Luglio è visualizzabile anche cliccando qui

Ultimo aggiornamento Domenica 15 Ottobre 2017 14:41
 

Alpin de Trieste Aprile 2017

E-mail Stampa PDF

E' online il numero di Aprile de l'Alpin de Trieste

copertina aprile17

Copertina dedicata in questo numero al Sacrario Militare di Redipuglia e all'interno del numero un inserto fotografico staccabile ( da pag. 11 a pag. 22 ) sul Cimitero Militare di Redipuglia negli anni venti.

A pag. 2 il resoconto sulla cerimonia presso la Foiba di Basovizza nel Giorno del Ricordo, manifestazione le cui presenze aumentano di anno in anno ( dalle poche decine di Alpini del 2005 agli oltre 500 Alpini del 2017, senza contare tutte le altre associazioni presenti... ma nonostante tutto non mancano i soliti,patetici, negazionisti .

A pag. 6 un pezzo di Dario Burresi dal titolo " Taljanski ratni zlocinci " ( italiani criminali di guerra ) ovvero un attenta analisi storica fondata sulle esperienze di chi , come il nostro compianto Presidente Egidio Furlan, operò sul territorio, atta a smentire alcune affermazioni propagandistiche che voglioni dipingere i soldati italiani del fronte orientale come dei criminali di guerra.

A pag. 8 il ricordo della"gloriosa fine del Reggimento Alpini Tagliamento" , resoconto che ci accompagna alla annuale cerimonia in ricordo di quel glorioso Reggimento che si tiene a Spignon di Pulfero in Agosto.

A A pag.11 " Gli Alpini visti da Kipling" , corrispondente di Guerra sul Fronte occidentale e su quello italiano dove nel 1917 conobbe gli Alpini e dai cui resoconti la stessa Regina Elisabetta d'Inghilterra , come Lei stessà dichiarò nell'ottobre 2000 in visita a Roma passando sotto il monumento all'Artigliere Alpino a Villa Borghese, conobbe e apprezzò le Truppe Alpine

A.pag. 23 Piero Chiapolino recensisce per noi il libro "Gariup Vincenzo - una delle 100.000 gavette di ghiaccio" scritto dal figlio Don Mario Gariup.

A pag.25 parliamo di "Cavalpini" , acronimo nato per scherzo quando si iniziò a parlare dell'eventualità che un reggimento di Cavalleria ( il Piemonte) venisse a far parte della Brigata Julia ma che poi ha assunto un significato misto di orgoglio nazionale e ammirazione dopo aver visto "sul campo" i Cavalpini sia in esercitazione dimostrativa che sopratutto alla luce degli ottimi risultati ottenuti agli ultimi CaSTA .

Prima del consueto "fieno in Baita" , purtroppo dobbiamo salutare un nostro Socio e amico, il "toscanaccio" Paolo Bartolozzi ha deppositato il suo zaino a terra ... la mia vita personale mi ha portato a vivere lontano dalla mia Sezione ma nelle rare occasioni in cui lo incontravo mi salutava dicendomi " eccolo qua. ogni volta che vedo un computer penso a te " con quell'accento toscano ad enfatizzare il mio "essere un nerd che vive di tecnologia" e non vi nego ghe aspettavo questo suo saluto nel quale ci leggevo un "bentornato bocia, anche se sei sempre via npn mi sono dimenticato chi sei e cosa fai ed è un piacere rivederti" ... Mi mancherai Paolo ora prendo il tuo saluto come un "passaggio di stecca" , da oggi " ogni volta che vedo un computer penso a te".

 

Il numero di Aprile è visualizzabile anche cliccando qui

Ultimo aggiornamento Sabato 01 Luglio 2017 09:00
 

Alpin de Trieste Gennaio 2017

E-mail Stampa PDF

E' online il numero di Gennaio de l'Alpin de Trieste

copertina gen17

Come da tradizione la copertina del numero di Gennaio è dedicata alla convocazione delle assemblee della Sezine e del Circolo Culturale Alpini.

Si avvicina la data del 10 Febbraio, giorno del Ricordo per le Vittime delle Foibe e oltre alla Foiba di basovizza vogliamo suggerire per gli Alpini di altre regioni che presenzieranno all'evento, una serie di luoghi forse di scarso interesse turistico ma sicuramente di alto contenuto storico presenti in zona che, personalmente, ritengo valgano una piccola deviazione.

A pag.4 un piccolo ripasso storico da parte di Giuseppe Salomone  sul passato della nostra Città, quanto mai necessario oggi in virtù dei rigurgiti anti italiani che stanno infettando, fortunatamente in numero decisamente limitato, le menti di alcuni nostri "concittadini "

A pag.6 il resoconto della presentazione del libro " Noi del 59° ! Canto di Alpini " dell'Alpino Giampaolo Bono. A seguire il tradizionale "Com'era , com'è " e le "lettere al Direttore ".

A Pag.15 Silvio Scialpi ci racconta "un modo diverso di vivere la montagna - Trekking in Montenegro"  e a seguire Paolo Salvi ci racconta del suo incontro con l'ormai mitico "Mulo Iroso".

A pag.18 il resoconto della splendida serata di Cori e quest'anno anche dio danze folkloristiche del tradizionale "Concerto di Natale" e a pag. 20 il resoconto dell'Esercitazione di PC "Recuperi storici ed ambientali nel pordenonese" a cura di Livio Fogar . ( un vero peccato che non tutti i volontari siano stati avvisati di questa esercitazione !!)

Da pag.26  i risultati delle ultime gare di tiro a segno , per chiudere con la recensione del libro "O luna, o luna, tu me lo dicevi " , sentimenti e valori umani di un giovane medico , Angelo Malinverni, arruolatosi volontario.

 

Il numero di Gennaio è visualizzabile anche cliccando qui

Ultimo aggiornamento Sabato 15 Aprile 2017 08:04
 

Alpin de Trieste Ottobre 2016

E-mail Stampa PDF

E' online il numero di Ottobre de l'Alpin de Trieste

187ott16

E' online il numero di Ottobre de "L'Alpin de Trieste"

 

 

 

 

 

Il numero di Ottobre è visualizzabile anche cliccando qui

Ultimo aggiornamento Domenica 08 Gennaio 2017 09:27
 

Alpin de Trieste Luglio 2016

E-mail Stampa PDF

E' online il numero di Luglio de l'Alpin de Trieste

186lug16

E' online il numero di Luglio de "L'Alpin de Trieste" nel 40 anniversario dalla prima pubblicazione

 

 

 

 

 

Il numero di Luglio è visualizzabile anche cliccando qui

Ultimo aggiornamento Sabato 22 Ottobre 2016 08:24
 

Alpin de Trieste Aprile 2016

E-mail Stampa PDF

E' online il numero di Aprile de l'Alpin de Trieste

copertina aprile2016

La copertina del numero di Aprile de L'Alpin de Trieste questo mese è dedicata a una delle più vili stragi compiute dal governo jugoslavo a Pola : la Strage di Vergarolla dove furono attaccati in modo assolutamente codardo decine di famiglie al mare , strage paragonabile per crudeltà e ferocia alle stragi odierne di Parigi, Bruxelles ... Chi lo sa se la strage fosse successa oggi se qualcuno avrebbe cambiato la foto del proprio profilo Facebook con la dicitura "Je suis Vergarolla " ...

A proposito di stragi jugoslave, a pagina 2 troviamo una breve relazione sul "Giorno del Ricordo 2016 ", commemorato in QUASI tutta Italia per ricordare le vittime delle Foibe e dell' esodo Giuliano Dalmata e che ha avuto la massima partecipazione presso la Foiba di Basovizza . A seguire appunto un lungo escursus storico e analitico sulla Strage del 18 Agosto 1946 ( a guerra ampiamente finita ) a Vergarolla .

Foibe , strage di Vergarolla .... sono molte le stragi fatte dai soldati titini durante e subito dopo la guerra ... tra pochi giorni ci sarà la consueta manifestazione del 1° Maggio e nonostante tutto questi alcuni elementi non esiteranno a sfilare per la città indossando le bustine dei titini, sventolando le bandiere con la stella rossa al centro urlando "trst je nas" ( trad: Trieste è nostra ) e tutto questo tra il colpevole silenzio delle istituzioni !!!! 

Da Pag.8 i resoconti di Giorgio Sandri su alcune escursioni fatte dai nostri soci in Montagna e a pag.11 un interessantissimo e ai più (me compreso) sconosciuto aneddoti sui nomi delle Divisioni Apine al maschile ... infatti tra il 33 e il 34 i "comandi di Brigata" vengono ribattezzati " Comandi superiori Alpini" e Julia e Tridentina diventano "Julio e Tridentino " .

A pagina 14 i "Calci del Mulo" e a seguire le "lettere al Direttore "

 Da pag 16 il "com'era ...com'è e a pag 26 il graffiante pezzo di Roberto Ferretti dal titolo " Noi rinasceremo conigli a primavera"

Un pò di notizie sportive a pag.27 con il resoconto di Giorgio Micol sulla "Gara di Slalom a Sauris" e a pag.28 con i resoconti di Lucia Dandri sulle gare di Tiro del periodo "settembre - Dicembre 2015 "

Concludiamo con il risultato delle elezioni dell' Assemblea del 09 Marzo.

Anche in questo numero purtroppo dobbiano salutare 2 Alpini che hanno raggiunto il Paradiso di Cantore ... si tratta di Dario Celesnik  e della tragica e improvvisa scomparsa in seguito ad un tragico incidente stradale di Mario " Marietto" Gherbaz .... 

Il numero di Aprile è visualizzabile anche cliccando qui

Ultimo aggiornamento Mercoledì 27 Luglio 2016 06:58
 

Alpin de Trieste Gennaio 2016

E-mail Stampa PDF

E' online il numero di Gennaio de l'Alpin de Trieste

184gen16

La copertin adel numero di Gennaio de L'Alpin de TRieste è dedicata alla convocazione dell'annuale assemblea dei Soci della Sezione e del Circolo Culturale Alpini

a Pag.2 ricordiamo il decimo anniversario della scomparsa di Ottavio Bomben, pittore molto affermato,  con una rassegna dei disegni che spesso realizzava per questo giornale.

Continuano i riconoscimenti, dopo ben 72 anni, dei Caduti sul Fronte Russo, della storia di uno di loro ci parla Livio Fogar a pag.6

A pag.8 Diego Capponi ci racconta una bella Storia di Alpini e Alpinità dal titolo  "La bara di Moggessa", ennesima testimonianza dell'integrazione tra Alpini e cittadinanza e dei valori che la vita e la Naja insegnavano ... ( quella volta !)

A pag.10 altro "ricordo" di Arrigo Curiel, questa volta ci racconta la storia di quanto avvenne a Mali Trebeschines.

A pag.12 Giorgio Micol ci parla del Raduno degli AUC del 41 Corso ad esattamente 50 anni dall'inizio della loro avventura ad Aosta .

Dopo i "Calci del Mulo" e i ringraziamenti del Presidente Fabio Ortolani ai Volontari di Protezione Civile che hanno prestato la loro opera per tenere aperto al pubblico il Sacrario di Oslavia e successivamente per l'assistenza ai rifugiati presso il capannone di via Rio Primario a Trieste, l'ormai consueto , a pag. 16 , "Com'era ...com'è", confronto fotografico a distanza di un secolo dei luoghi della Prima Guerra Mondiale ( e non solo) di Giuliano Bianchi.

A pag.24 un pezzo di Giampaolo Pansa sul Giorno del Ricordo sul comportamento spesso ignobile cui vennero sottoposti i profughi Giuliani e Dalmati da parte di una classe politica, la stessa che ora professa pace ed accoglienza verso i "nuovi profughi" ma che allora non esitò a buttare sui binari il latte destinato ai bambini che affrontarono il viaggio su freddi treni o sindacati che minacciarono scioperi generali se i treni di profughi ( e quelli erano profughi veri, non come quelli che vediamo oggi in Tv ...) si fossero fermati nelle stazioni per far rifocillare quella povera gente che aveva un'unica colpa : Essere ITALIANI !

Purtroppo anche questo numero lo chiudiamo con una brutta notizia : Ha appoggiato lo zaino a terra Nino Comin, Alpino della Monte Cervino, sopravissuto al soggiorno in quello che lui chiamava 2 il suo Hotel " , ovvero la Risiera di San Sabba dove, sul muro di una cella , si può ancora leggere la frase da lui incisa " Qui dormì Comin Nino Trieste - della 1A Cmp. Julia - disarmato a Fiume il 18 /IV/45 - arrivato a S.Sabba la sera del 21/IV/45 - uscito da queste mura il ..." , valido collaboratore di questo giornale, Corista e , permettetemi un anota personale, grande amico ! " Ciao Nino , el "sposin", come mi chiamavi tu nonostante fossero passati 11 anni dal mio matrimonio, te saluda"

Il numero di Gennaio è visualizzabile anche cliccando qui

Ultimo aggiornamento Domenica 17 Aprile 2016 08:50
 

Alpin de Trieste -Ottobre 2015

E-mail Stampa PDF

E' online il numero di Ottobre de l'Alpin de Trieste

183set15A partire da questo  numero l' Alpin de Trieste diventa trimestrale e verrà stampato a colori 

 Il numero di ottobre è dedicato a 2 soci che in queste settimane hanno posato lo zaino a terra ... Sandro Perreca , corista e volontario di Protezione Civile e Gastone Rocco, Reduce di Russia, che ha raggiunto i suoi uomini nel Paradiso di Cantore 

L'Editoriale di D.Burresi a pag 2 è dedicato alla "Accoglienza migranti (?) e alle considerazioni in merito .

Dopo i Flash sulla Sezione, il resoconto di Burresi sul Raduno per il centesimo anniversario di fondazione del Terzo Reggimento Artiglieria (Brigata Julia) , Raduno a cui i nostri hanno partecipato .... in barca a vela !! ( siamo pur sempre una Sezione di quota zero )

A pagina 9 il consueto resoconto sulle attività del nostro gruppo tiro a segno da parte di Lucia Dandri, gare che ormai la vedono come una costante sul podio !!

A seguire i ricordi su Sandro Perrecca da parte di Franco Klamert e di Gastone Rocco da parte di Gianpiero Chiapolino mentre a pag.12 riportiamo il brano "El Giatolin", uno dei ricordi di guerra di Gastone Rocco, di quel Fronte Russo che lo vide partire, volontario, da giovanissimo Tenente della 6° Compagnia del Battaglione Tolmezzo

A Pagina 14 Vittorio Tranquillini ci parla del suo esordio non propriamente felice alla SAUSA di Foligno con il pezzo dal titolo "Al...pino marittimo"

Dopo il "com'era ...com'è" e dopo aver ricordato il 103°  compleanno ( che compierà il 21 ottobre per la precisione) del Generale Egone Crosel,  Enrico Bradaschia ci racconta del Pellegrinaggio sull' Adamello svoltosi l'ultimo week end di Luglio .

Chiudiamo il numero di ottobre con un pezzo di Maddalena Bevilacqua sui 100 anni dalla Grande Guerra e sopratutto con il "Fieno in Baita ", ora più che mai fondamentale considerato che da questo numero ilnostro giornale verrà stampato a colori .... così come è FONDAMENTALE la partecipazione di tutti i soci inviando articoli, resoconti e fotografie sia per il Giornale che per il Sito

Il numero di Ottobre è visualizzabile anche cliccando qui

Ultimo aggiornamento Sabato 16 Gennaio 2016 09:19
 

Alpin de Trieste - Luglio 2015

E-mail Stampa PDF

E' online il numero di Luglio de l'Alpin de Trieste

182lug15La copertina di questo numero è dedicata ai nostri Marò prigionieri in India, dimenticati dallo Stato ma non da Noi !!

 E' ancora vivo il ricordo dell'Adunata a L'Aquila, Adunata che per parecchi ha assunto l'aspetto di un vero e proprio pellegrinaggio verso quei posti che ci mostrano ancora le ferite del sisma di qualche anno fa, luoghi che gli Alpini hanno saputo vivere intensamente , emozionandosi ... sentimenti che a quanto pare sono completamente assenti in alcune delle autorità presenti la domenica alla sfilata !!

A proposito di sentimenti assenti, ne abbiamo avuto un esempio in quella che è stata probabilmente la peggiore cerimonia commemorativa del centenario della grande guerra che si sia vista in tutto il territorio nazionale : il 24 maggio in Piazza Unità d'Italia ha avuto luogo un teatrino di politici e politicanti che definire squallido è poco !! ce ne parla il Direttore a pag, 4

E' nello stato delle cose che, frequentando un'Associazione d'Arma, nel corso degli anni alcuni nostri soci ci lascino per raggiungere il Generale Cantore, qualcuno lo ricordi , qualcuno un pò meno ...ma ce n'è uno in particolare che rimane sempre presente in tutti i nostri discorsi, un Alpino che è rimasto impresso nel cuore di tutti e al quale spesso rivolgiamo un pensiero, spesso se siamo in difficoltà per qualche evento la frase è automatica "cossa gavessi fatto Nino ?? " Si parliamo ( e ci fa da portavoce Piero Chiapolino) dell'indimenticato Nino Baldi

 A pag.9 Massimiliano Fabbri ci parla invece della sofferta e lontana emigrazione degli italiani in Crimea , si perchè è bene ricordare , sopratutto oggi, che anche noi siamo stati un popolo di emigranti ( io stesso sono figlio di emigranti) ma eravamo gli emigranti dei pochi diritti e tanti doveri, dei lavori nelle fabbriche o nelle miniere, del "se lavori regolarmente con un contratto e paghi un affitto resti, altrimenti fuori dai confini ", eravamo emigranti che RISPETTAVANO il Paese che ci ospitava e sopratutto ne rispettavamo con timore le leggi ... non c'era possibilità di errore...non rispettavi la legge e tornavi al tuo Paese : ricordatelo ogni volta che qualcuno ci dice "anche noi italiani eravamo emigranti !"

A seguire un pezzo di Maddalena Bevilacqua Agostini su Mini Naja e Adunate Nazionali e i ricordi di Naja di Montesini, Dublo, Avanzo e Bradaschia

A pagina 16 i resoconti delle gare di tiro di Lucia Dandri e a partire da pagina 18 l'appuntamento fisso con il "com'era ..com'è "

Il numero di Luglio è visualizzabile anche cliccando qui

Ultimo aggiornamento Domenica 04 Ottobre 2015 07:24
 

Alpin de Trieste - Maggio 2015

E-mail Stampa PDF

E' online il numero di Maggio de l'Alpin de Trieste

181mag15La copertina di questo numero è dedicata naturalmente all' 88 Adunata Nazionale che proprio mentre sto scrivendo sta vivendo i suoi momenti clou a L'Aquila 

 Iniziamo subito con il "com'era ....com'è " il consueto confronto fotografico tra immagini del primo conflitto mondiale e lo stesso posto ai giorni nostri .

A pag. 9 il pezzo di D. Burresi sulla cerimonia che si è tenuta il 12 aprile presso il cimitero Austro-Ungarico di Prosecco ; a seguire l'articolo di L.Tommasi sulla storia del nonno Mario Bernardi nella Grande Guerra.

Continuano i successi della nostra tiratrice Lucia Dandri  e della squadra sezionale di Tiro a Segno mentre a partire da pag. 12 i "racconti di Naja di Paolo Candotti e GianLuigi Ceva.

E' impressa nella mente di ciascuno di noi Alpini l'immagine del Pas-President Beppe Parazzini affacciato al balcone col tricolore mentre ,da solo, affronta e umilia "un gruppo di ragazzotti viziati " ( cosi sono stati definiti da chi dovrebbe tutelare la legalità in questo nostro Paese) impegnati a mettere a ferro e fuoco la città di Milano, per raccontarci l'episodio che ha visto coinvolto il Past President dell'Ana ci h apensato ...il Past President della Sezionedi Trieste, Piero Chiapolino .

A pagg. 17 Pierpaolo Barduzzi ci parla di ..Caffè !  Interessante disanima sul caffè e l'esercito nella Prima Guerra Mondiale.

Ricordate la "ragazza con la valigia" ? la famosissima foto della ragazzina con la valigia con un cartello con scritto "esule giuliana", una delle immagini simbolo di quella tragedia che fu l'esodo giuliano-dalmata e il cui ricordo  ogni anno viene violentato da alcuni idioti che sfilano in centro a Trieste il Primo maggio ( con il tacito assenso della ns classe politica) con bandiere slave con la stella rossa e titovke in testa ( vedi il pezzo di Burresi a pag. 26) ? Bene, Mario Eichta ha incontrato quella ragazza , la polesana Egea Haffner e ce ne parla a pag.20

Seguono le attività del nostro Coro e del gruppo "ruspanti" oltre alle foto di Naja di Tullio Bigiarini relative alla missione KFOR "Joint Guardian" in Albania nel 2001

Chiudiamo questo numero con pezzo di Roberto Ferretti dal titolo "Miramare ...Kaputt" ovvero una considerazione sullo stato di abbandono e degrado in cui purtroppo si trova il Castello di Miramare .

 

Il numero di Maggio è visualizzabile anche cliccando qui

Ultimo aggiornamento Sabato 11 Luglio 2015 08:10
 
  • «
  •  Inizio 
  •  Prec. 
  •  1 
  •  2 
  •  3 
  •  4 
  •  Succ. 
  •  Fine 
  • »


Pagina 1 di 4