www.anatrieste.it

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Warning
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

Alpin de Trieste - Settembre 2013

E-mail Stampa PDF

E' online il numero di Settembre de l'Alpin de Trieste

Se me lo avessero detto un paio di anni fa non ci avrei mai creduto ....mai avrei pensato che l'estate del 2013 fosse caratterizzata da un rigurgito di indipendentismo e secessione di Trieste dall'Italia, forse a causa della crisi che attanaglia il nostro Paese o a causa della crisi di identità di alcuni miei concittadini, ma negli ultimi mesi è tornato prepotente agli onori delle cronache il movimento che chiede, sulla base di fantomatiche documentazioni , il riconoscimento del territorio libero di Trieste, libero dalla (secondo loro) occupazione italiana ..... a loro è dedicata la mia copertina, per ricordare che i loro padri, tra il 53 e il 54 scesero in Piazza per chiedere prima e festeggiare poi il ritorno dell' Italia, di quel tricolore al quale, assieme a tutti gli Alpini della mia Sezione, ho giurato Fedeltà ... per ricordare a tutti loro che PER TRIESTE E PER GLI ALPINI C'E' E CI SARA' SEMPRE UNA SOLA BANDIERA : QUELLA ITALIANA !  e per quella Bandiera IO ( ma sono certo di parlare a nome degli Alpini della mia Sezione ) sono disposto a tutto ! VIVA L'ITALIA !  

All' argomento sono dedicate anche le prime pagine del nostro Giornale, con un interessante rimando all'Articolo 1 del nostro regolamento sezionale dove si "riafferma solennemente il proprio impegno a difendere in ogni circostanza i sacri interessi della Madrepatria " 

 A pagina 4 una recensione di Bur sul libro dell'ufficiale del Genio pionieri della Brigata Orobica Mario Maffi dal titolo "1957- Un Alpino alla scoperta delle Foibe"

Dario Burresi alle pagg 6 e 7 ci racconta il suo primo incontro, da bambino di una Trieste non ancora libera in vacanza in Italia a Ravascletto, con un Alpino e di come sia stato contagiato da quello spirito che, in un modo o nell'altro, ha contagiato tutti noi ...l' Alpinità .

Dopo le "lettere al Direttore" , Matteo Racchi ci racconta del pellegrinaggio annuale sul Monte Ortigara.

Varese e Trieste , apparentemente due città con poco o nulla in comune ...ma in realtà tra le due Sezioni esiste un vincolo di amicizia e fratellanza che nesce nel lontano 1959, quello che oggi si definirebbe un gemellaggio, per usare le stesse parole di Gianni Botter, nel suo pezzo dal titolo "Due Sezioni in perfetto collegamento ideale"

 

Per concludere i "prossimi appuntamenti" e i "Flash sulla Sezione"

 

 Il numero di Settembre è visualizzabile anche cliccando qui

Ultimo aggiornamento Sabato 16 Novembre 2013 15:02  

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna