La biblioteca della sezione ANA di Trieste e la sua catalogazione, nata come progetto dell’ANA nazionale ed ideata dal Centro Studi ANA di Milano, conta circa 700 volumi provenienti da donazioni dei soci, lasciti e scambi con altre sezioni ed associazioni. I testi sono per la gran parte di carattere storico e militare, il fondo è gestito da un bibliotecario e l’inventario di consistenza si trova in fase di catalogazione.

La biblioteca di Trieste, come le altre dell’ANA, per la classificazione si avvale del progetto BIBLIOWIN, varato nel 2012, e per accedere alla pagina delle biblioteche basta connettersi al link

https://pprn.infoteca.it/bw5ne2/opac.aspx?web=ANAB

dove, una volta entrati, è possibile fare la ricerca per titoli interi o loro parte e selezionare la biblioteca per vedere se il volume che interessa si trova conservato lì o, diversamente, in quali biblioteche è reperibile.

Per comodità di catalogazione, il fondo di Trieste è stato suddiviso in sezioni quali:

- Storia delle truppe alpine (evoluzione, uniformologia, memorie storiche, composizione dei reparti, organizzazione, biografie, ecc.) dalla nascita del Corpo (1872) ai giorni nostri;

- Prima Guerra Mondiale con vicende e fatti d’arme che riguardano gli Alpini, ma non solo, nei vari teatri (Carnico, Dolomitico, altipiano veneto, ecc.);

- Seconda Guerra Mondiale con vicende e fatti d’arme che riguardano gli Alpini, ma non solo, nei vari teatri di guerra (fronte greco-albanese, russo, ecc.);

- Storia e vicende riguardanti la città di Trieste, il Friuli, l’Istria, il Nord Italia e l’Alto Adriatico nel primo e secondo dopoguerra;

- Montagna e ambiente naturale locale del Nord Est con guide, itinerari turistici, mappe, flora, fauna, storia locale, cultura e tradizioni popolari.

Le monografie sono edite quasi tutte nel XX secolo, si trovano in buone condizioni di conservazione e custodite per sezione entro scaffali chiusi con sportelli a vetri nel corridoio ed in una stanza adiacente gli uffici della Segreteria della sede di via Geppa n.2. L’accesso è possibile durante i giorni settimanali di apertura o previo appuntamento, la consultazione è libera e riservata ai soci come pure a studiosi, appassionati, ricercatori e laureandi esterni.

            Per apppuntamenti, contattare la Sezione